Bilancio Ambientale

Referenti progetto: 
Luana Gasparini
Referente del gruppo di lavoro trasversale Smart City
Gloria Dradi
Dirigente Servizio Ambiente ed Energia
Sara Musetti
Servizio Ambiente ed Energia
Obiettivo

Il Comune di Ravenna ha partecipato nel 2001 al progetto europeo Life-Ambiente CLEAR (City and Local Environmental Accounting and Reporting) che ha portato tra il 2001 e il 2002 i diciotto enti locali italiani partner a costruire un proprio sistema di contabilità ambientale, redigendo un bilancio satellite al bilancio economico–finanziario, inerente le tematiche ambientali di competenza diretta ed indiretta dell’Ente: il Bilancio Ambientale.

Il Bilancio Ambientale CLEAR vuole essere uno strumento di valutazione degli effetti ambientali di tutte le politiche attuate dall’ente da affiancare ai tradizionali strumenti di   programmazione economico–finanziaria e di bilancio. La contabilità ambientale secondo il metodo CLEAR è quindi un processo attraverso il quale l’Ente dà conto degli esiti delle sue politiche ambientali; essa vuole essere uno strumento di trasparenza e di democrazia e, al tempo stesso, uno strumento volto a supportare gli Amministratori locali nell’ambito della complessità del processo decisionale pubblico.

Perché è smart

Lo stabilire principi contabili standard capaci di misurare l'impatto ambientale dell'azione pubblica risulta fondamentale per verificare la capacità di autentica tutela ambientale da parte  di un ente. Si tratta perciò di realizzare quel principio di trasparenza tanto più efficace poiché ottenuto su un terreno nel quale è aumentata esponenzialmente la sensibilità collettiva dei cittadini.

Si creano i presupposti per una partecipazione consapevole capace, a sua volta, di determinare comportamenti virtuosi da parte dei cittadini su un versante strategico, l'ambiente, per il futuro di ogni comunità

Descrizione estesa

CLEAR, ovvero City and Local Environmental Accounting and Reporting (Progetto per la contabilità e il report ambientali di città e comunità locali) è il primo progetto europeo di contabilità ambientale applicata agli Enti Locali, approvato e cofinanziato al 50% dalla Commissione Europea nell’ambito del programma LIFE-Ambiente.
Il progetto, avviato nell’ottobre 2001 e terminato nel mese di ottobre 2003, ha previsto la realizzazione e l'approvazione di "bilanci verdi" da parte di un campione significativo di comuni e province del nostro Paese. Gli ideatori, il capofila e i partner sono stati tutti italiani, ad eccezione dell'OCSE, che rappresentava il punto di raccordo tra questa esperienza e analoghi percorsi di altre nazioni.

CLEAR sviluppava il contenuto del primo disegno di legge di contabilità ambientale della Pubblica amministrazione. Tale proposta di legge raccoglieva le raccomandazioni contenute nel V Programma d'Azione dell'Unione Europea in materia di ambiente relative all'importanza della contabilità e dei bilanci ambientali per lo sviluppo sostenibile.

Gli obiettivi strategici del progetto sono stati:

  • sviluppare e diffondere standard (“principi contabili”) di contabilità e reporting ambientale per gli Enti Locali;
  • elevare la qualità della rendicontazione pubblica in termini di maggiore trasparenza e coinvolgimento degli stakeholder;
  • migliorare il processo d’integrazione delle politiche e orientare il processo decisionale degli Enti Locali;
  • migliorare i processi di governance locale in materia di ambiente e fornire agli amministratori uno strumento pratico di supporto in questo senso.
Impatto potenziale del progetto

Così come il bilancio economico-finanziario di un ente locale è lo strumento attraverso il quale l’amministrazione si assume la responsabilità degli effetti economici delle proprie scelte di gestione, allo stesso modo, il Bilancio Ambientale si configura come uno strumento di valutazione degli effetti ambientali di tutte le politiche attuate dall’ente. Si tratta infatti di un documento che registra ciò che avviene all'ambiente di un determinato territorio in un anno, ad esempio quanti rifiuti sono stati prodotti, quanta acqua è stata consumata, se e come è aumentato o diminuito il verde, il livello di inquinamento dell'aria, ecc. Il bilancio ambientale locale, però, non contiene solo dati numerici (fisici e/o monetari), ma anche indicazioni circa i risultati ambientali delle politiche attuate o da attuare da parte dell'amministrazione pubblica e ha l’ambizione di valutare l’efficienza e l’efficacia delle stesse pur in presenza di una difficoltà ad una contabilizzazione completa dei costi ambientali di un territorio.

Credits x
Officine-Digitali-srl Web design and development Officine Digitali
Powered by: drupal-theme