CoLaboRa

Referenti progetto: 
Paola Bissi
Referente del gruppo di lavoro trasversale Smart City
Francesco Di Scianni
Area Economia e territorio
Obiettivo

Far nascere e crescere imprese ad alto carattere innovativo legate alle attività e alle vocazioni tipiche del territorio: arte e cultura, mare e energia (promuovendo la connessione con i tecnopoli, con il porto con il suo sistema logistico e di trasporti, con la riqualificazione della Darsena, ecc.) e turismo. Per ovviare efficacemente agli elementi di fragilità esistenti nel sistema occorre promuovere una maggiore innovazione del tessuto imprenditoriale, favorire la ricerca e l'innovazione tecnologica, supportare la creazione di “nuove” professioni e professionalità connesse alle vocazioni territoriali, valorizzare e qualificare le risorse umane. Occorre perciò un sistema territoriale che integri e metta in sinergia questi elementi. Questa proposta si inserisce in un'ottica di sviluppo del capitale territoriale in ogni sua dimensione (produttiva, cognitiva, sociale, relazionale, ambientale, insediativa, infrastrutturale), mettendo in particolar modo l'accento sul potenziale rappresentato dalla contaminazione tra le diverse esperienze, approcci e conoscenze. Colabora garantisce la valorizzazione del patrimonio culturale, urbano e imprenditoriale della città di Ravenna, facilitando quel processo di “cross-fertilization” necessario allo sviluppo di nuove idee capaci di aumentare la competitività del territorio. In questo senso, gli spazi di coworking e l'incubatore di startup immaginati all'interno della proposta progettuale possono rappresentare una risposta adeguata alle esigenze di una cittadinanza sempre più dinamica che, nell'attuale contesto di crisi, attiva processi dal basso per trovare il proprio ruolo nella società.

LUOGO: riqualificazione urbana sostenibile, rafforzamento di infrastrutture per l'innovazione, facilitare lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico, culturale e creativo.

COMPETENZE e OCCUPAZIONE: mantenimento di un alto livello di prestazione professionale (sia per le aziende, sia per i liberi professionisti) soprattutto tramite il continuo scambio tra tecnopoli, università ed imprese, creazione di reti (formali e informali) di professionisti. Potenziare lo sviluppo di competenze professionali innovative e aumentare le possibilità occupazionali, facilitando lo svolgimento della libera professione e mettere a sistema le diverse realtà di formazione, ricerca e produzione del territorio facilitando le sinergie tra i cluster tipici del contesto urbano ravennate: quello nautico, quello energetico e quello artistico-culturale. Coinvolgimento dei giovani ad elevata formazione e professionalità.

DAL BASSO: rispondere alle manifestazioni di interesse che sono stati registrate dal basso nei processo di partecipazione attiva di “la Darsena che vorrei” e “Agenda digitale”.

Perché è smart

Colabora è pensato come uno spazio “aperto” al territorio, i servizi di consulenza e formazione potranno essere rivolti, non solo alle startup ed ai coworkers inseriti nella struttura, ma anche ai giovani del territorio interessati alla creazione di imprese innovative. Questo stimola la partecipazione della cittadinanza al fine di proporre nuove idee per migliorare la città e la qualità della vita, garantendo così una inclusione cittadina, rendendo la città più smart. Il progetto si propone di favorire lo sviluppo di un sistema socio-economico innovativo per il contesto urbano ravennate tramite la creazione di un centro di condivisione di saperi e competenze che accolga e faccia crescere liberi professionisti e startup a vocazione tecnico, scientifica e culturale.

Descrizione estesa

Il Comune di Ravenna ha emanato un bando pubblico, in base a requisiti ed indirizzi pre-definiti. Si procederà pertanto ad una prima selezione delle candidature. Successivamente la selezione delle start up o delle idee che potrebbero costituirne la creazione avverrà mediante una scuola ideata e coordinata da FEEM (Fondazione Enrico Mattei). I partecipanti (massimo 20) verranno selezionati da un Comitato Scientifico appositamente costituito, che individuerà le idee imprenditoriali che meglio possano rappresentare un “concreto” punto di partenza e possano avere maggiori probabilità di successo. La scuola è quindi concepita come strumento utile a: selezionare le idee e candidati, affinare e dare forma alle idee perché diventino progetti imprenditoriali, colmare le eventuali mancanze conoscitive dei neo imprenditori, capire le potenzialità dei giovani del territorio e valorizzarle al massimo offrendo un'occasione di formazione, facilitare l'incontro tra giovani brillanti in modo tale da creare le condizioni per la creazione o lo sviluppo di idee imprenditoriali/startup. Al termine della scuola saranno individuate le 4 migliori idee di potenziale successo che stimoleranno l'investimento di energie e risorse. Queste saranno il punto di partenza delle prime startup da incubare dentro Colabora.

Le aziende neo costituite verranno seguite e accompagnate durante tutto il ciclo di vita; come in un incubatore, verranno messe in rete con una serie di operatori che possano integrare il loro set di conoscenze e assisterle per qualsiasi necessità dalla nascita dell'idea innovativa sino all'ingresso sul mercato. Gli startupper verranno messi in contatto con Business Angel o Venture Capitalists durante tutto il percorso e all'interno dello spazio verranno organizzati e gestiti servizi di consulenza/formazione rivolti sia a startupper e nuove imprese, sia ai coworkers. Le startup avranno a disposizione 1 anno di incubazione che prevedono 4 step durante i quali verrà valutato il livello di avanzamento del progetto imprenditoriale in modo tale da ricalibrare interventi, idee e strategie. Durante l'anno di incubazione, le neo imprese verranno costantemente formate per fornire abilità e competenze necessarie a dare solidità al business. La fase di uscita dall'incubatore potrà trasformare la startup in una azienda autonoma o in spin-off di altra azienda. Verrà attivata nuovamente la fase di selezione mediante FEEM School.

Colabora si propone di creare un percorso virtuoso di sviluppo, attraverso una più stretta connessione tra i luoghi del sapere (scuola, università, centri di formazione), il mondo produttivo ed i centri di ricerca ed innovazione, assicurando una costante “permeabilità” e “contaminazione” tra questi aspetti in tutti gli ambiti: dalla scuola dell'obbligo (progetto FEEM per la promozione della cultura tecnica e scientifica) alla formazione post-diploma (ITS), dall'Università alla ricerca ed all'innovazione tecnologica (tecnopolo), fino all'inserimento nel mondo del lavoro (progetto FEEM per tirocini formativi, coworking, start up di impresa).

Il progetto prevede la creazione di uno spazio con la duplice funzione di incubatore per giovani, startup e luogo di coworking. Le azioni proposte si prefiggono di rilanciare lo sviluppo e l'occupazione locale aumentando la competitività e l'innovazione di imprese. In particolare, tramite la condivisione di spazi e lo scambio di esperienze e contatti si vuole facilitare la nascita di idee e iniziative innovative.

La collaborazione tra figure professionali differenti che si informano a vicenda, potrà creare nuove figure capaci di generare servizi e prodotti innovativi che rispondano agli attuali bisogni della comunità e del settore produttivo. La condivisione di spazi e sapere porta alla creazione di idee innovative e ciò genera nuove attività, più occupazione e più competitività sul territorio. Il risultato atteso è da un lato la formazione di professionisti in grado di gestire la complessità, e l'interdisciplinarietà, con una forte componente progettuale necessaria a rispondere alle esigenze della società contemporanea e dall'altro lo start up di imprese innovative e creative in ambiti particolarmente vocati alle realtà territoriale.

Impatto potenziale del progetto

La condivisione, nel lungo termine, crea sinergie e nuove opportunità professionali e porta alla nascita di una rete (informale o formale) che rappresenta un volano di sviluppo per il sistema produttivo locale, alimentando un circolo virtuoso. La condivisione degli spazi di lavoro porta a un notevole abbattimento dei costi di gestione per i professionisti e le imprese in fase di start up. Il che nell'attuale contesto costituisce una condizione di indiscusso vantaggio. La risposta al crescente bisogno di servizi innovativi da parte di imprese e liberi professionisti: il progetto prevede la creazione di una realtà atta ad offrire e gestire servizi di accompagnamento e formazione per i soggetti all'interno e all'esterno dello spazio: consulenza in ambito logistico, comunicativo e pubblicitario, organizzativo, legale, economico commerciale, formativo, progettuale, etc...particolare attenzione verrà data ai servizi legati all'internazionalizzazione e allo sviluppo della capacità di fare rete, per facilitare il raggiungimento di adeguati livelli di competitività per le imprese locali.

Gli impatti di questo progetto sul territorio sono:

riattivazione del tessuto culturale della Darsena: iniziative culturali, formative, scientifiche, ecc..;

attivare e mettere a sistema risorse locali (pubbliche e private) per attrarre investimenti e nuovi talenti; creazione di un indotto diretto e indiretto nel quartiere;

incremento capacità innovative;

nascita di nuove opportunità professionali;

incremento capacità intellettuale;

costruzione di un quadro conoscitivo relativo alle competenze del territorio (liberi professionisti);

creazione di ½ startup ogni 2 anni;

incremento occupazione (realtà considerate);

incremento fatturato (per settore);

incremento capacità esportazione (per settore);

aumento del tasso internazionalizzazione;

abbattimento costi di lavoro (affitto, spese gestione, spese consulenza e formazione, ecc..);

incremento capacità intellettuale;

creazione di una rete di professionisti che erogano i servizi alle imprese (singoli o associati) che cambiano di anno in anno (startup per servizi);

corsi di alta formazione, corsi di consulenza (legale, commerciale, internazionalizzazione, comunicazione e marketing, organizzazione, ecc...);

elevato utilizzo da  parte di: cittadini, imprese, liberi professionisti, universitari e ricercatori, coworkers, ecc..

Luogo: 
Magazzini ex dogana 44° 25' 9.75" N, 12° 12' 36.774" E
Credits x
Officine-Digitali-srl Web design and development Officine Digitali
Powered by: drupal-theme