Leggere Volontariamente

Referenti progetto: 
Giuliani Claudia, Nicoletta Bacco, Sergio Totti
Referente del gruppo di lavoro trasversale Smart City
Nicoletta Bacco, Silvia Travaglini
Istituzione Biblioteca Classense, U.O. Pubblica Lettura
Sergio Totti, Danila Mancini
U.O. Decentramento e Politiche Giovanili
Nati per leggere
Obiettivo

Coinvolgimento delle cittadine e dei cittadini in gruppi di volontari lettori, nonché dei nuclei familiari con presenza di bambini nella fascia 0-5 anni per la promozione della lettura “precoce” allo scopo di incrementare il potenziale di literacy della comunità tutta. La lettura a voce alta, nella sua apparente semplicità, contiene molte valenze legate a modelli di comunicazione positivi e affettivi che influiscono in modo rilevante sullo sviluppo emotivo del bambino. Essa è considerata l'attività più importante per l'acquisizione delle competenze necessarie per il successo nella lettura. I volontari Npl e JB coinvolti sostengono con la loro partecipazione l'attiva di promozione del leggere in famiglia.

Perché è smart

Il progetto si configura come smart nel coinvolgimento diretto e indiretto dell'intera comunità sul progetto lettura = maggiore capacità di literacy dei singoli individui e del territorio. I volontari e le volontarie NpL (Nati per Leggere) e JB (Juke Box) sono cittadini e cittadine formati e attivi nella realizzazione del progetto che coinvolge l'intero sistema bibliotecario urbano con particolare riferimento alla fascia 0-6 anni. Il progetto interessa i diversi luoghi della città e del Comune: pediatrie, ospedali, biblioteche, librerie, luoghi dell'aggregazione urbana o d’interesse storico-artistico-ambientale e ha lo scopo di favorire l'accrescimento del numero di lettori abituali sul territorio comunale e sovra comunale. Si basa su evidenze scientifiche che indicano come la lettura ad alta voce determina l'esperienza dell'apprendimento della lettura stessa che segna, tra l'altro, il destino della carriera scolastica del bambino. Bambini che possono godere di un'esposizione alla lettura giornaliera e costante nel tempo giungono alla prima elementare con maggiori capacità e conoscenze basilari per la futura decodifica delle parole; questo permetterà loro di imparare a leggere e scrivere con maggiore facilità e di accrescere la loro capacita relazionale nella comunità.

Descrizione estesa

Il Comune di Ravenna, secondo in Italia per estensione territoriale, ha inteso avviare un progetto di rete che si configura come un’azione permanente e sinergica di promozione del libro e della lettura rivolta alle famiglie e ai bambini e alle bambine della fascia di età 0-5 anni. Nel Comune risiedono 73.863 famiglie di cui 5.944 con un figlio in età 0-5 anni e di queste 1.129 sono di origine straniera Il progetto persegue l’obiettivo di promuovere la partecipazione da parte dei genitori, degli insegnanti, dei pediatri, delle bambine e dei bambini, ad attività di lettura sul territorio in una prospettiva di formazione permanente, per gli adulti e di una effettiva crescita del benessere psico-fisico, dei piccoli, attraverso il libro e la lettura. Il progetto promuove l’uso della biblioteca e dei centri di lettura. Le iniziative di NpL e JB sono in campo dal 2002 nel nostro territorio e sono organizzate di volta in volta con la collaborazione degli enti che partecipano al progetto coordinate sempre dalla biblioteca e dall'Ufficio decentramento.

 Attività che si alternano nel corso dell'anno e che si configurano come attività consolidate:

  1. attività di lettura ad alta voce presso gli ambulatori pediatrici e gli ambulatori vaccinali
  2. elaborazione distribuzione di libri, segnalibri bibliografici e di materiale informativo sul progetto nelle pediatrie di comunità e negli ambulatori pediatrici
  3. formazione rivolta agli insegnanti del nido e delle scuole dell’infanzia del territorio su NpL;
  4. formazione agli operatori sanitari
  5. formazione dei volontari lettori e genitori lettori
  6. incontri con i genitori attraverso la scuola dell’infanzia e il nido;
  7. attività di lettura ad alta voce nelle 7 biblioteche di pubblica lettura presenti nel territorio
  8. attività di lettura ad alta voce negli stabilimenti balneari nel periodo estivo;
  9. attività di letture nelle librerie cittadine;
  10. formazione di lettori adulti e aggiornamento del gruppo lettori volontari
  11. distribuzione attraverso dell'informazione su NpL Reparto nascita Ospedale
  12. letture presso le librerie cittadine e incontri sul territorio
  13. luoghi da Favola (festival di lettura sul territorio 1-2 eventi l'anno)
Impatto potenziale del progetto

Recenti ricerche scientifiche dimostrano come il leggere ad alta voce, con una certa continuità, ai bambini in età prescolare abbia una positiva influenza sia dal punto di vista relazionale (è una opportunità di relazione tra bambino e genitori), che cognitivo (si sviluppano meglio e più precocemente la comprensione del linguaggio e la capacità di lettura). Inoltre si consolida nel bambino l'abitudine a leggere che si protrae nelle età successive grazie all'approccio precoce legato alla relazione. La lettura ad alta voce determina l'esperienza dell'apprendimento della lettura stessa che segna il destino della carriera scolastica del bambino. Bambini che possono godere di un'esposizione alla lettura giornaliera e costante nel tempo giungono alla prima elementare con maggiori capacità e conoscenze basilari per la futura decodifica delle parole; questo permetterà loro di imparare a leggere e scrivere con maggiore facilità. E' evidente quindi quanto siano legati, nell'infanzia, lo sviluppo delle competenze linguistiche, la confidenza verso la lettura, la proprietà di linguaggio, la capacità di mantenere l'attenzione e la concentrazione, il livello di autostima e la sicurezza.

Npl
Credits x
Officine-Digitali-srl Web design and development Officine Digitali
Powered by: drupal-theme