Riusi in Darsena

Referenti progetto: 
Arch. Francesca Proni - Servizio Progettazione Urbanistica
Referente del gruppo di lavoro trasversale Smart City
Obiettivo

“Ho sempre avuto l’impressione e la speranza che con una iniezione fosse possibile curare le malattie. Il principio di recuperare energia da un punto malato o stanco, per mezzo di una semplice puntura, ha a che fare con la rivitalizzazione di questo punto e dell’area che lo circonda.” Jaime Lerner.

 

Molti urbanisti hanno spiegato come piuttosto di mega investimenti che i privati e (ancora di più) le Amministrazioni pubbliche non riescono oggi a sostenere economicamente, sia più efficacepensare le città come “organismi viventi” con micro target e funzioni da ottimizzare per rendere più efficiente il sistema nel suo complesso (proprio la visione dell’agopuntura nei confronti del corpo umano).

 

Nasce così il concetto di “agopuntura urbana” che si basa sull’idea di agire sul sistema urbanoattraverso micro interventi realizzati su nodi nevralgici della città, che rappresentano punti di pressione in grado di propagare gli effetti positivi nell’immediato intorno e in altre zone della città.

 

 

Perchè è smart

In attesa dell’auspicabile decollo dei più complessivi interventi di riqualificazione urbana previsti dal POC, la Darsena sembra essere il luogo ideale per l’applicazione del concetto di agopuntura urbana e di Ri-Uso. Gli interventi mirati di Ri-Uso (agopuntura urbana) possono far cambiare immagine e percezione della Darsena, come è successo in molte parti del mondo, dove quartieri degradati e particolari la cui frequentazione è divenuta una moda, hanno attratto investimenti da più parti diventando i quartieri più costosi ed esclusivi della città.

Il POC Darsena, con i suoi obiettivi di sostenibilità ambientale, sociale, culturale ed economica, rappresenta lo scenario finale del “nuovo quartiere darsena” raggiungibile nel lungo periodo. Nel breve, anzi nel brevissimo, periodo la Darsena deve però essere comunque luogo di occasioni, di eventi, di attività che la facciano “vivere” da subito tramite l’applicazione del concetto di “agopuntura urbana”. Tramite un percorso partecipato che nasce dalla Darsena che Vorrei che ha dettato i primi accorgimenti di Riuso temporaneo, si è cercato, tramite microinterventi mirati, di riappropriarsi di un’importantissima area della città oramai persa, mettendo in relazione cittadini, associazioni, proprietari delle aree e pubblica amministrazione.

 

DESCRIZIONE ESTESA

Le norme del POC Darsena prevedono la possibilità di uso temporaneo degli edifici dismessi per l’insediamento di attività temporanee culturali, sociali, ricreative, sportive e servizi di uso pubblico, mediante l’inserimento di allestimenti leggeri in arredo, infrastrutture impiantistiche, opere strutturali leggere. Prevedono inoltre l’uso temporaneo degli spazi aperti (con particolare riferimento alle banchine) per attività temporanee culturali, sociali, ricreative, sportive, ludiche, anche mediante l’inserimento di strutture precarie, con particolare riferimento ai container o comunque strutture che abbiano attinenza tematica alle origini portuali industriali dell’area.

Completati i lavori di sistemazione della testata Darsena, con illuminazione, arredi e pannelli storici-fotografici, contestualmente è stata rimossa la recinzione dell’area portuale, consentendo così l’apertura e conseguente libera fruizione della darsena da parte dei cittadini.

La COSTITUZIONE di un Gruppo di lavoro

Istituito con specifico provvedimento, il gruppo di lavoro ha funzione di “cabina di regia”e compiti di coordinamento delle proposte, iniziative e interventi di usi temporanei che interessano l’ambito della Darsena, sia pervenuti nel sito o attraverso altre forme (es pratiche edilizie).

Tale gruppo di lavoro vede in esso rappresentate tutte le figure e le competenze necessarie a rendere operativi eventi e progetti di riuso e che quindi, per tale motivo, è anche elemento di snellimento delle procedure e compressione dei tempi degli iter autorizzativi.

La creazione di un Sito Internet denominato “Darsena Riusi”

Il sito, che è attivo dal Gennaio 2016 all’indirizzo http://rup.comune.ra.it/Darsena-RIUSI, serve prevalentemente per mettere in relazione chi cerca e chi offre, quindi i cittadini, gli organizzatori di eventi, i proprietari, la pubblica amministrazione e quanti a vario titolo sono interessati. Ha il ruolo di facilitare la realizzazione di eventi, pubblicizzando i vari punti di interesse in cui è possibile realizzare cose, dai contenitori inutilizzati ad aree scoperte utilizzabili per eventi.

Il portale dovrà essere inoltre un raccoglitore di idee e proposte sempre aperto a tutti consentendo così di bypassare eventuali bandi e concorsi pubblici di idee e proposte che hanno comunque tempi e potenzialità limitate.

Nel sito, tramite collegamento al sito POP HUB, trova posto anche la Schedatura degli edifici e delle aree atte a ricevere usi temporanei, contenente il loro stato di fatto, consistenza, localizzazione, documentazione fotografica.

 

IMPATTO POTENZIALE DEL PROGETTO

L'avvio di queste attività consentono in primo luogo di poter contare su un presidio del territorio e quindi di ridurre il degrado sociale e dei luoghi.

Il contribuire, inoltre, alla creazione di una nuova sensibilità verso questo grande ambito, porta alla ricerca di un maggior clima favorevole che ha la funzione di stimolare le proprietà private ad attivarsi per il recupero di queste importanti aree per la città.

Da non sottovalutare il fatto che, vista la dimensione delle aree pubbliche (testata Darsena/ banchine) e il loro buon collegamento infrastrutturale/portuale, è possibile fin d'ora programmare eventi temporanei di grande rilevanza e di forte richiamo, come ad esempio il “XIX Raduno Marinai d'Italia” che si è svolto nel maggio 2015.

Dimensione territoriale

La dimensione territoriale del progetto è quella circoscrizionale, Area territoriale Darsena, ma sicuramente il progetto ha forti ripercussioni su tutto il territorio del Capoluogo per effetti diretti e un respiro sicuramente sovracomunale se non nazionale e internazionale.

 

 

Progetti Governance

Darsena

POC Darsena di città

Trasformazione/riqualificazione di un ambito portuale-industriale in un nuovo quartiere urbano...

Credits x
Officine-Digitali-srl Web design and development Officine Digitali
Powered by: drupal-theme